… cuius sapientia condǐti sumus

Posted on lug 05 in: Senza categoria - No Comments »

… cuius sapientia condǐti sumus

Siamo ripieni di sapienza, siamo fatti di sapienza, siamo un meraviglioso “impasto” di sapienza. Pensate all’impasto formato ad arte dal costruttore e come per mezzo di quell’amalgama, pietra su pietra, si forma la costruzione di una casa. Senza la sapienza saremmo uomini falliti, all’oscuro di tutto, senza prospettive, senza conoscenza delle cose.
È importante quel pronome iniziale, la cui relazione presuppone non un nome qualunque ma una Persona che ci guida nella conoscenza e nello spirito di verità. Al vertice dei sette doni dello Spirito Santo c’è La Sapienza, che non è quella del mondo ma quella di Dio, il quale è Sapienza infinita.
Guidati dallo Spirito noi abbiamo il dono del discernimento, che possiamo facilmente perdere se ci lasciamo sedurre dall’orgoglio, dalla tentazione di considerare giusto tutto ciò che facciamo.
Chi si lascia guidare dalla Sapienza non intraprende strade sbagliate. Le deviazioni sono sempre frutto di calcoli umani dettati da superbia  e da mania di onnipotenza.
Uomo saggio è colui che con umiltà vaglia ciò che è bene e ciò che è male.
La tentazione del frutto proibito si sussegue vertiginosamente di secolo in secolo, dai primordi dell’umanità fino ad oggi. L’uomo che vuol fare di testa sua, che vuole strafare, che pretende di essere il dominatore assoluto, sarà il risultato del fallimento totale. L’uomo di tal fatta, colmo di ingordigia e di prepotenza, dovrà prima o poi fare i conti con il biglietto di ritorno.
Siamo in un mondo di insipienti, di esseri che decidono deliberatamente della vita degli altri credendo di avere la coscienza a posto.
Le esperienze negative maturate nel corso della storia non hanno fatto rinsavire l’uomo ma l’hanno riportato a riprovare nuovi piani diabolici improntati a sopraffare la dignità della persona umana. I pregiudizi razziali si ripetono nella quasi indifferenza di chi assiste a sì triste spettacolo.
Tra i sette doni dello Spirito Santo c’è quello del Consiglio. Sapienza e Consiglio formano il binomio perfetto dell’uomo che vuole farsi guidare per operare nella rettitudine e nel timore di Dio.
PpischeddaS
Roma 5 luglio 2020

Leave a Reply