Libri


I libri sono nutrimento della nostra anima, ossigeno della nostra mente, ancora di salvezza nei momenti bui della nostra vita, amici

sinceri e dispensatori di buoni consigli, lari tutelari delle nostre case, rimedio a tutte le nostre distrazioni, strumenti validissimi di

riflessione.    (Pietrino Pischedda)

L u n g o  i l   f i u m e
Lungo le sponde del sinuoso
e interminabil Tiber,
nel cuore dell’Urbe,
noto in questi giorni
una teoria di bianche tende.
Sembra la Festa delle Capanne.
Ho saputo che è la Festa
del LIBRO.
Si può festeggiare un libro?
Eccome!
Come s’incensa il Vangelo
così occorre sacrare
il Buon Libro.
Le rive del fiume sono ancora
disincolate.
Presto
- lo spero -
saran frequentate
da persone assetate
della Parola.
(Pietrino Pischedda)
I libri sono un bene prezioso
inestimabile, quasi da “adorare”.
Eppure esistono persone che
li odiano, per una innata
avversione alla cultura.
Sono gli incolti gli avversari
della cultura auspicata.
Oggi ho perduto, per l’ennesima
volta, la mia pazienza
nei confronti di chi non rispetta
i miei libri,
sudore delle mie fatiche
quotidiane, unico viatico
in questo mio rovinoso,
caparbio, crudele viaggio.
Non so più quali misure
usare contro i denigratori
della scrittura, sì sacra.
Pazienza! Santa pazienza!
(Pietrino Pischedda – RM 15.7.199)