• Non è usuale, soprattutto in questi tempi in cui anche la lingua italiana perde i suoi connotati dal punto di vista morfosintattico, scrivere un diario nell’idioma dell’Antica Roma, cioè in Latino. In questa opera sono narrati, giorno per giorno, i fatti salienti di due anni non molto distanti tra loro, il MMXVI e il MMXX, che evidentemente mostrano due volti diversi, in particolare per via del virus, comunemente chiamato COVID – 19, che ancora porta i suoi strascichi nel MMXXI appena iniziato. Rivitalizzare la pratica del Latine loqui può essere utile per consolidare l’uso della lingua italiana nei suoi costrutti fondamentali.