PICT0959Â

È bello poetare, perché attraverso la poesia vengono espressi i propri sentimenti che sgorgano dal profondo del cuore.
Ciascuno di noi ha insito in sè qualcosa di poetico, come un bambino nel grembo della madre, che al momento opportuno chiede di uscire allo scoperto e rivelarsi al mondo.
Le mie poesie scaturiscono spontaneamente, ogniqualvolta il mio animo sensibile viene pizzicato da qualsivoglia cosa, seppure apparentemente insignificante ma in sé tanto significativa e bella per essere da me osservata, interiorizzata e trasmessa alla gente.
Le mie poesie sono impregnate di curiosità: curiosità per la gente che cammina per strada, per il povero che chiede l’elemosina, per il ragazzo che vuole lavarti a tutti i costi il parabrezza della macchina ai crocicchi della città, per i senzatetto raggomitolati presso le vetrate delle banche o dei supermercati, per il bambino che ride o che piange, per la vecchietta in difficoltà ai semafori del quartire, per il sorgere del sole e per il suo tramonto, per lo spuntar della luna.
Tante curiosità atte a incuriosire i più curiosi!

sorba

Leggi le mie poesie a partire dal 1995: troverai molte notizie sulla mia vita e sul mio modo di pensare!
A volte ci sono momenti di gioia, a volte momenti di tristezza o di nostalgia per il vissuto passato, che rimpiango sempre, pensando che i miei errori li dovrò piangere per tutti i giorni della mia esistenza.
L’unico conforto è dato dal mio essere padre, il cui ruolo ho sempre svolto con tanta consapevolezza, abnegazione e dedizione incomparabile ed esemplare.
Gli anni passano e mano mano che la mia vita si srotola verso la fine trovo nuovo  vigore e nuova ispirazione per raccontare quanto mi succede, come in un diario quotidiano, in cui vengono esposti i misteri della vita personale permeata da cose belle e meno belle.

Oggi ho gli occhi umidi di pianto.
Oggi la fede mi sorregge
e sono fiducioso di poter andare avanti.
Oggi la speranza mi conforta,
perché mi dice
che il domani sarà migliore.
Ho scelto questa nuova vita
piena di incognite
ora liete ora tristi.
Il sole oggi è velato
da nubi minacciose:
quando esso appare
e mi sorride,
significa che devo aver la forza
di continuare, finché potrò,
il mio viaggio terreno.
(Pietrino Pischedda, Roma 28 dicembre 2009)